Pagina:Volpini - 516 proverbi sul cavallo.djvu/177

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Pregi e difetti. 151

nelle gambe dinnanzi dei cavalli, tra il ginocchio e la giuntura del piede. Sì l’uno che l’altro di questi malanni, alle volte fanno zoppicare il cavallo, ma ciò non sempre avviene, e quando il cavallo non ne risente danno, lo si può adoperare ugualmente.

47. Non c’è cavallo che non scapucci, ed anche:

Non avvi buon cavallo che non metta piede in fallo, ed i francesi:

Il n’y a cheval si bon qui ne bronche, ed i tedeschi:

Es gibt kein Pferd so gut dass es nicht stolperte, oppure:

Auch der beste Gaul stolpert ein mal.

Questi proverbi valgono ad ammaestrarci che tutti siamo soggetti a commetter errori, e mira a disporre benevolmente l’animo nostro verso il cavallo che per una causa ignota od accidentale, contro il suo solito, mette il piede in fallo, o magari inciampa ad ogni passo. In tale caso è bene sospettare che siavi qualche cosa di anormale in esso; esaminandolo quindi attentamente, non si tarderà a trovare o che i finimenti sono male adattati, o che la ferratura è sbagliata, o che l’animale è sorpreso da subitanea indisposizione. Perciò, trattandosi di cavalli conosciuti per antiche prove, loro non si deve imputare a carico se talvolta lasciano a desiderare nella bontà del servizio.

I negozianti usano citare qualcuno di questi proverbi, allorchè vedono che il compratore dopo la prova del cavallo, mostra dubitare della sicurezza delle gambe, ed anzi vi sentirete aggiungere ancora l’altro proverbio: caval che inciampa e non cade, è buon segnale.