Pagina:Volpini - 516 proverbi sul cavallo.djvu/28

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
2 Proverbi sul cavallo.


2. A cavallo mangiatore, capestro corto.

Se la buona nutrizione giova immensamente al cavallo, la voracitá, l’ingordigia, il troppo mangiare può produrgli dei disturbi gravi, epperciò a questo genere di cavalli, capestro corto, altrimenti mangeranno persino la lettiera sporca, come fanno alcuni di essi, con grave danno della loro salute. Spesso infatti si vedono cavalli troppo mangiatori dimagrire e deperire rapidamente. Però, anzichè tenere a capestro corto questi cavalli, sará bene invece munirli di museruola, perchè così potranno coricarsi e riposarsi.

3. Al cavallo biada e strada, ed anche semplicemente:

Biada e strada, e gli arabi:

Allef ou annef, cioè: Dá orzo ed abusa.

La maggior parte dei proverbi che si riferiscono all’alimentazione del cavallo, associano quasi sempre le idee del lavoro e del vitto; dimostrando così la stretta relazione che vi è, e vi deve esistere fra l’una e l’altro. Una lauta alimentazione ed un lavoro scarso, fanno il cavallo grasso e pigro; una razione in rapporto col consumo delle forze lo mette in buona condizione.

4. Bel cavallo non morire che l’erba ha da venire, ed anche:

Mentre l’erba cresce, il cavallo muore.

Scampa caval che l’erba cresce, ed i tedeschi:

Das Pferd stirbt oft, während das Gras wächts.

Modi dispettosi di chi trovasi nell’urgente bi-