Pagina:Zibaldone di pensieri I.djvu/405

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
(301-302-303) pensieri 377

repubbliche  (302) il caso è alquanto diverso, e le fazioni sono utili per altre ragioni, ma non però che anche questa non si possa applicare ad esse pure. Vedi p. 1242.


*   Nelle estreme sventure tutte le altre età ammettono la consolazione o filosofica o qualunque. Solamente la giovanezza non ammette e non vede altra consolazione che della morte. Il libro di Crantore περὶ πένϑους, lodatissimo dagli antichi, il libro di Cicerone, de Consolatione, dove espresse in gran parte quello di Crantore, saranno stati utili alle altre età. Pel giovane estremamente sventurato, o che si creda tale, non si può scriver libro consolatorio.


*   La corruttela de’ costumi è mortale alle repubbliche e utile alle tirannie e monarchie assolute. Questo solo basta a giudicare della natura e differenza di queste due sorte di governi (3 novembre 1820).


*   La plus grande marque qu’on est né avec de grandes qualités, c’est d’être sans envie. M.me la Marquise de Lambert, Avis d’une mère à son fils, À Paris et à Lyon 1808, p. 67.


*   Une résistance inutile (aux malheurs) retarde l’habitude qu’elle (l’âme) contracteroit avec son état. Il faut céder aux malheurs. Renvoyez-les à la patience: c’est à elle seule à les adoucir  (303). La même, ibid. p. 88 (5 novembre 1820).


*   Bione Boristenite ἐρωτηθείς ποτε τίς μᾶλλον ἀγωνιᾷ (anxietate maiore detineatur), ἔφη, ὁ τὰ μέγιστα βουλόμενος εὐημερεῖν, colui che cerca le supreme felicità (Laerzio in Bione, l. 4, segm. 48). Chi sa pascersi delle piccole felicità, raccogliere nell’animo suo i piccoli piaceri che ha provato nella giornata, dar