Pagina:Zibaldone di pensieri V.djvu/131

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
124 pensieri (2997-2998-2999)

pis quanto alla derivazione immediata. Anticipo da ante e capio. Participo da pars e capio, come anticipo, se non si vuol che venga da particeps cipis. Vociferor aris (forse anche vocifero as) da vox e fero fers. Opitulo e opitulor da ops e tuli di fero o di tollo di cui forse è propriamente questo perfetto (vedi Forcellini in Tollo, fine) o piuttosto dall’antico tulo, tulis, tetuli, latum, verbo della terza, di cui vedi Forcellini in tulo.  (2998)

In caso ch’opitulo fosse fatto da tuli perfetto, ciò non sarebbe senza esempio in questa categoria di verbi. Accubo ec. è dal perfetto accubui di accumbo. Fors’anche participo, anticipo e cosí significo, aedifico, e gli altri di cui a pag. 2903, seguenti vengono dai perfetti cepi, e feci di capio e facio, mutato l’e in i per virtú della composizione, (come, per esempio, in colligo, corrigo, conspicio ec. ec. da lego, rego, specio) e mutata la desinenza; onde da ciò venga che in essi verbi manchi la i radicale de’ loro temi, siccome manca in molte voci formate dai detti perfetti, per esempio cepero, feceram ec. Ma non lo credo, perocché auspico e suspico che sono della stessa forma di significo, participo ec. non possono venire dal perfetto di specio, il quale è spexi, se pur non si volesse supporre un antico e ignoto speci, analogo a feci, jeci ec.

Del resto i verbi da cui derivano i soprascritti hanno anche i loro continuativi fatti da participii, cioè capto e tento.

Aspernor aris e asperno as (giacché aspernor si trova anche in senso passivo) da ad e sperno is (20 luglio 1823). Consterno, as, avi, atum (il Forcellini per errore di stampa stravi atum, come apparisce dagli esempi) da sterno is e cum, ovvero da consterno is. Crepo as, forse da crepo is. Vedi Forcellini in Crepo, fine. Vedi p. 3234.  (2999)


*   Alla p. 2906. Bell’effetto fanno nell’Aminta e nel Pastor fido, e massime in questo, i cori, benché troppo