Pagina:Zibaldone di pensieri VII.djvu/345

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
336 pensieri (4398-4399)

in quanto a un solo personaggio, o due al piú, e solo in alcune scene, cioè in quelle che corrispondano alla situazione attuale dell’animo del poeta. Ma qui è sempre il poeta egli stesso che si dipinge, o piuttosto parla, sotto altro nome; e quella non è veramente imitazione, ma quasi un travestimento. In tutti gli altri personaggi ed altre scene, la poesia è necessariamente sofistica. Del resto, tali scene, dove il poeta esprimesse i suoi sentimenti, passioni ec. attuali sotto nome di qualche personaggio storico, se si componessero staccate, potrebbero esser buona poesia: il poeta può aver buone ragioni per nascondersi sotto nome altrui; può trovarvisi, se non altro, piú a suo agio; ed è anche poetico in qualche modo quel rapporto trovato ed espresso fra la propria situazione  (4399) attuale, e quella d’alcun personaggio storico ec. (28 settembre 1828).


*    Alla p. 4372. Servian Popular Poetry. Poésies populaires des Serviens, traduites en vers anglais par M. Bowring. Londres, 1827, in-12. Ces poésies, dont il doit paroître bientôt une traduction française, sont extraites d’un recueil publié à Vienne en 1824 par Stephanovich Vuk, auteur d’une grammaire servienne. Journal des savans, 1827. p. 445. Juillet (29 settembre 1828).


*    La civilisation considérée sous le rapport du feu et relativement à la supériorité de l’homme sur le reste des animaux. Paris, Baudouin frères, in 8° de 63 pages. Prix 1. fr. 50 cent. Ib. p. 445. 1826. Juillet, Livres nouveaux (2 ottobre 1828).


*    Il reconnoît (M. Poirson, autore di un compendio di storia romana stampato a Parigi, 1825 e segg., e difensore per altro della verità della storia de’ primi secoli di Roma) qu’il y a de fortes présomptions con-