Pagina:Zibaldone di pensieri VII.djvu/384

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
(4441-4442) pensieri 375

da Nemesi ec. e vedi la nota favola delle Preghiere ec. ap. Omero. - Cosí l’onore singolare che si aveva ai vecchi ec. - Cosí il rispetto ai morti, anche nel parlare. Τὸν τεθνηκότα μηδεὶς κακῶς ὰγορευέτω. Legge di Solone, ap. Plut. in Solon. p. 89. ed. Francof. - Chi vuol vedere quasi compendiata, e ammirare, l’umanità degli antichi (anche antichissimi), vegga le sentenze e i precetti che correvano sotto nome dei sette sapienti, (e sono di grande antichità certamente) e che, raccolti già in antico (ap. Stob. si nominano per autori di quelle due collezioni ch’esso riporta, dell’una Demetrio Falereo, dell’altra Sosiade) (19. 1829) si trovano riportati da Stob. c. III, περὶ φρονήσεως, ed. Gesn. Tigur. 1559 (vedili nell’Orelli l. c., p. 138-156). (19 gennaio 1829).


*    Alonso, spagnuolo moderno - Al-f-ons, spagnuolo antico (in una scrittura del 13° sec. ec). ῞Υλη ― sil-v-a (20. 1829).  (4442)


*   Cerebrum - cervello.


*    Alla 4440. Non parlo dei Disticha de moribus assai noti e certamente antichi, che corrono sotto nome di Dionisio Catone; nome che non è fondato in alcuna probabile autorità. (22 gennaio 1829).


*    Consulere-consilium ec. Exsul, exsulium-exsilium ec.


*    Alla p. 4428,, fine. Cosí matutinum (tempus), il mattino, le matin, per mane; matutina (hora), la mattina, la mañana. Vespertinum, serum (le soir), sera (la sera), spagnuolo la tarde, per vespera. Vedi il glossaro. E ciò anche presso gli antichi: Vedi Forcellini in queste voci. Cosí nelle Ore canoniche Matutinum, Prima, Tertia, Sexta, Nona. Hibernum, l’inverno, l’invierno (spagnuolo), l’hiver, per hiems. Aestivum (spagnuolo estío), per aestas. Vedi glossario e Forcellini anche in diurnus. Simil-