Pagina:Zibaldone di pensieri VII.djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
94 pensieri (4165-4166)



*    Ratto per rapido è il latino raptus da rapio (vedi questi pensieri, p. 2789), e vale qui rapit in senso attivo o neutro, ed è un participio aggettivato.


*    Idolum aliquandiu retro (qualche tempo addietro) non erat, Tertulliano, de Idololat., c. III. Vedi Forcellini ec. (Bologna, 19 febbraio, domenica seconda di Quaresima, 1826).  (4166)


*    Vinco-vinciglio. Avvincere - avvinchiare, avvinghiare, avvincigliare.


*   Alla p. 4164, capoverso ultimo. Ἐλεεῖσθαι ἀξιοῖς παρὰ τοῦτων οἵ, τὸ σὸν μέρος, οὐκ εἰσί; (non esistono piú, cioè sono periti). Vedi p. 4211.


*    Ἄθλιος vale, a un tempo, infelice e malvagio, del che altrove.


*    Non solo noi (tanto è lungi che ec.) non possiamo sapere, né anche sufficientemente congetturare, tutto quello di cui sia capace, aiutata da circostanze favorevoli, la natura umana in universale, ma eziandio di un solo individuo, o passato o presente o futuro, noi non possiamo sapere esattamente né congetturare quanta estensione, in circostanze appropriate, avessero potuto o pur potranno acquistare le sue facoltà. (Bologna, 21 febbraio 1826).


*    Αὐτίκα in principio di periodo ec., del che altrove. Teone Sofista, loc. sup. cit., Comparat., II, h. e. Achillis et Diomedis, initio, p. 204, linea 1 (Bologna, 22 febbraio 1826).


*    Scempio-scempiato, coi derivati.


*    Fugio-fugito. Vedi Forcellini.