Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1953

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1953

../1952 ../1954 IncludiIntestazione 27 novembre 2014 100% Saggi

1952 1954

[p. 460 modifica] d’uomini inciviliti e che questa è incompatibile con la natura umana e contraddittoria ne’ suoi principii? Una tal società da un lato abbisogna, dall’altro produce immancabilmente la civiltà; e la civiltà distrugge la perfezione e l’armonia di qualunque siffatta società. Essa non può trovarsi in natura e frattanto, come altrove ho mostrato, ella non può essere perfetta e perfettamente ordinata al suo fine che in natura e fra uomini naturali (19 ottobre 1821).


*    Tutte le sensazioni di vigore (se questo non è eccessivo rispettivamente alla specie e all’individuo) sono piacevoli. Consultate i medici. Dal che apparisce che il vigore, essendo piacevole per se stesso, egli è destinato precisamente dalla natura agli animali e forma parte essenziale del loro ben essere e questo non può star senza quello (20 ottobre 1821).


*    Alla p. 1950, margine. Quest’adattabilità della lingua tedesca, questa flessibilità riconosciuta per nociva, non proviene insomma se non dal non essere quella lingua abbastanza