Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1980

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1980

../1979 ../1981 IncludiIntestazione 27 novembre 2014 100% Saggi

1979 1981

[p. 474 modifica]

Accade del suicidio come della medicina. Essa non è naturale. Il tirar sangue, tanti farmachi velenosi, tante operazioni dolorose ec. sono ignote a’ popoli naturali, e sono contro natura. Ma, lo stato fisico dell’uomo essendo oggi e sempre piú divenendo lontanissimo dal naturale, è conveniente e necessaria un’arte e dei mezzi non naturali per rimediare agl’incomodi di un tale stato (Vedi Celso, Sull’origine della medicina).

Ovvero: il tirar sangue è contro natura. Ma, l’inconveniente che lo esige essendo un accidente di cui l’ordine naturale non è colpevole né responsabile, il rimedio è conveniente ancorché non naturale, ma è conveniente per accidente.

Or nello stesso modo questo grande accidente che contro l’ordine naturale ha mutato la condizione dell’uomo; quell’accidente, di cui la natura non è colpevole o che non potea esser preveduto né provveduto, ma che contro l’ordine naturale ci fa desiderar la morte, rende conveniente il suicidio per contrario