Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2288

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2288

../2287 ../2289 IncludiIntestazione 4 settembre 2015 100% Saggi

2287 2289

[p. 149 modifica] se una forza diminutiva, che a prima giunta è manifesta e sensibile a qualunque orecchio men che mediocremente assuefatto al latino? (26 dicembre 1821). [p. 150 modifica]


*    La lingua latina, cosí esatta, cosí regolata e definita, ha nondimeno moltissime frasi ec. che per la stessa natura loro e del linguaggio latino sono di significato cosí vago che a determinarlo e renderlo preciso non basta qualsivoglia scienza di latino e non avrebbe bastato l’esser nato latino, perocch’elle son vaghe per se medesime, e quella tal frase e la vaghezza della significazione sono per essenza loro inseparabili, né quella può sussistere senza questa. Come Georg. I, 44:


et Zephyro putris se gleba resolvit.


Quest’é una frase regolarissima, e nondimeno regolarmente e grammaticalmente indefinita di significazione, perocché nessuno potrà dire se quel Zephyro significhi al zefiro, per lo zefiro,