Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/702

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 702

../701 ../703 IncludiIntestazione 20 novembre 2012 100% Da definire

701 703


[p. 140 modifica] versi senza poesia. Anzi la vera poetica facoltà creatrice, sia quella del cuore o quella della immaginativa, si può dire che dal cinquecento in qua non si sia piú veduta in Italia, e che un uomo degno del nome di poeta (se non forse il Metastasio) non sia nato in Italia dopo il Tasso (27 febbraio 1821).


*    Camillo Porzio, La congiura de’ Baroni del Regno di Napoli contra il Re Ferdinando I; ediz. terza, cioè Lucca 1816, per Franc. Bertini, p. 23: E vedeva ciascuno che indugiava piú l’occasione che il lor animo ad offendersi, e che con ogni picciola scintilla di fuoco infra di loro si poteva eccitare grandissimo incendio. Che vuol dire, l’occasione indugiava ad offendersi? oltre che il lor animo era già offeso, e gravissimamente, come viene dal dire. Leggi ad accendersi, lezione confermata ancora dal séguito del surriferito passo.


*    Ivi, p. 24: Affermando il Re essergli stato rimesso da’ suoi predecessori (il tributo alla Chiesa)