Poema paradisiaco/Hortulus Animae/Un ricordo (III)

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Hortulus Animae

Un ricordo

../Un sogno (II) ../La buona voce IncludiIntestazione 27 aprile 2010 75% Da definire

Hortulus Animae - Un sogno (II) Hortulus Animae - La buona voce


Io non sapea qual fosse il mio malore
né dove andassi. Era uno strano giorno.
Oh, il giorno tanto pallido era in, torno,
pallido tanto che facea stupore.
 
5Non mi sovviene che di uno stupore
immenso che quella pianura in torno
mi facea, così pallida in quel giorno,
e muta, e ignota come il mio malore.
 
Non mi sovviene che d’un infinito
10silenzio, dove un palpitare solo,
debole, oh tanto debole, si udiva.
 
Poi, veramente, nulla più si udiva.
D’altro non mi sovviene. Eravi un solo
essere, un solo; e il resto era infinito.