Primo vere/Tre acquarelli/Da una mia finestra

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../Ottobrata

Primo vere/Idillii selvaggi IncludiIntestazione 20 maggio 2016 75% Da definire

Tre acquarelli - Ottobrata Idillii selvaggi

A Giovanni Cucchiari.



Batte su’ tetti bruni da ’l chiaro turchino de ’l cielo
il sole di settembre, e ne’ vecchi mattoni scrostati
de la torretta ha smorfie di rosso e di giallo. Da’ tetti
a la torretta volan con frulli vivaci i colombi;
5altri stan fermi a ’l dolce tepor’ de ’l meriggio tubando
di piacere; una candida coppia s’insegue in amore
spargendo piume intorno. Tigrotto1 sdraiato su ’l muro,
come una bascià, sonnecchia, e ne ’l piccolo carcere verde
il cardellino gitta un capriccio di trilli a l’azzurro
10lontano. Ne ’l cortile Ninetta ricama una cerva
fulva tra ’l verde: il sole su’ diti le picchia tentando
e su ’l seno. Ella schermo facendo de ’l braccio a’ begli occhi
volge a tratti la testa ver’ me con un riso. — Potessi,
o fanciulla, fermare quel riso ne ’l verso!… — Ma fugge
15l’esametro ribelle; i colombi si levan da’ tetti
a volo in frotta, bianchi ne ’l chiaro turchino de ’l cielo.