Re Orso/Leggenda seconda/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Leggenda seconda – 7. Lo spettro

../6 ../../Morale IncludiIntestazione 9 gennaio 2011 100% raccolte di poesie

Leggenda seconda - 6 Morale


[p. 175 modifica]

LO SPETTRO






Son sette secoli - che a mezzanotte,

Appena scoccano - dodici botte
Sull’orïuol,

Passa un fantasima - che fa del mondo
5Il giro tondo

Opposto al sol.
[p. 176 modifica]


Terror dei talami - e delle cune,

Quando risplendono - le torve lune
Nel fosco ciel,

Allora appaiono - a chi non dorme
55Le morte forme
Fuor dall’avel.

Gli rode un vermine - palato e lingua;
Pur sul suo scheletro - par non s’estingua
La carne ancor.


Quel suo cadavere - imbalsamato
60Spande un beato
D’aromi odor.

Come da fetido - mortal mïasma
Fugga dai balsami - di quel fantasma
Ogni cristian.


Se a notte un mistico - profumo è sorto
65Certo quel morto

Non è lontan,
[p. 177 modifica]


E allor bagnatevi - coll’acqua santa,

E la reliquia - che i spettri incanta
Prendete in man.

Poi dite all’orrido - fantasma impuro

70Questo scongiuro:


Re Orso

Ti schermi
Dal morso

De’ vermi.


Il libro dei versi-189.jpg