Regione Lombardia Deliberazione n° IX - 3296 Scuola digitale

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Regione Lombardia

2012 D Diritto Diritto Deliberazione n° IX - 3296 Scuola digitale Intestazione 10 maggio 2012 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

DELIBERAZIONE N° IX / 3296 Seduta del 18/04/2012

Presidente ROBERTO FORMIGONI
Vice Presidente
ANDREA GIBELLI

Assessori regionali
GIULIO DE CAPITANI
VALENTINA APREA - -- - ROMANO LA RUSSA
DANIELE BELOTTI - -- - CARLO MACCARI
GIULIO BOSCAGLI - -- - MARGHERITA PERONI
LUCIANO BRESCIANI - -- - MARCELLO RAIMONDI
RAFFAELE CATTANEO - -- - GIOVANNI ROSSONI
ROMANO COLOZZI - -- - LUCIANA MARIA RUFFINELLI
ALESSANDRO COLUCCI - -- - DOMENICO ZAMBETTI

Con l'assistenza del Segretario Marco Pilloni
Su proposta dell'Assessore Valentina Aprea di concerto con l'Assessore Carlo Maccari

Oggetto


APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI ACCORDO PRELIMINARE TRA REGIONE LOMBARDIA E MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA PER LA DIFFUSIONE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE DI AZIONI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA DIDATTICA E DETERMINAZIONE DEI CRITERI GENERALI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI -(DI CONCERTO CON L'ASSESSORE MACCARI)

I Dirigenti
I Direttori Generali
Pietro Buonanno
Maria Pia Redaelli
Oscar Sovani
Paolo Mora


RICHIAMATI gli atti di programmazione regionale, ed in particolare il PRS della IX Legislatura ed il documento strategico annuale 2012 (DSA) che individuano, tra i criteri guida dell’azione di Governo regionale, l’investimento sull’educazione dei giovani nonché l’innovazione, la semplificazione e la digitalizzazione, quali elementi indefettibili sia per un cambiamento culturale dell’azione della Pubblica Amministrazione sia per la crescita e lo sviluppo del capitale umano e per la competitività del sistema socio-economico lombardo;

VISTA la l.r. 6 agosto 2007, n. 19 “Norme sul sistema educativo di istruzione e formazione della Regione Lombardia” ed in particolare l’articolo 29, il quale prevede che la Regione incentiva la diffusione delle innovazioni per il rafforzamento della competitività del sistema economico regionale, anche attraverso l'innovazione didattica e tecnologica per la qualificazione del sistema di istruzione e formazione, nonché la promozione e la valorizzazione di progetti di ricerca didattica e di innovazione pedagogica;

DATO ATTO del percorso di digitalizzazione e di sviluppo dell’innovazione avviato a livello comunitario nel Marzo 2010 tramite la cosiddetta Agenda Digitale Europea, iniziativa fondamentale dalla Strategia Europa 2020, che evidenzia il ruolo chiave delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione come strumento per il raggiungimento di elevati livelli di istruzione ed occupazione e di rilancio della competitività del tessuto economico e di crescita sociale;

ATTESO che la citata Agenda Digitale europea individua in particolare -quali azioni prioritarie per il perseguimento dei citati obiettivi-l’impegno degli Stati membri ad integrare l’apprendimento elettronico nelle politiche nazionali per modernizzare l’istruzione e la formazione, anche nei programmi, nella valutazione dei risultati formativi e nello sviluppo professionale di insegnanti e formatori;

EVIDENZIATO che attraverso il “Piano Nazionale Scuola Digitale a.s. 2011/2012” del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, sono in fase di attuazione a livello nazionale una pluralità di azioni ed attività volte alla modernizzazione dell’istruzione, con l’obiettivo precipuo di coniugare l’uso delle tecnologie e dell’innovazione didattica nelle istituzioni scolastiche attraverso una revisione complessiva degli ambienti di apprendimento capace di utilizzare la naturale familiarità e padronanza che le giovani generazioni hanno con le tecnologie;


CONSIDERATO altresì che:

-la competente Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha da tempo avviato con il citato Piano Nazionale Scuola Digitale, un percorso per l’innovazione didattica e la trasformazione degli ambienti di apprendimento attraverso l’integrazione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica quotidiana;

-il citato Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha sino ad oggi destinato alle istituzioni scolastiche della Regione Lombardia specifiche risorse finanziarie pari a oltre € 14,7 milioni di Euro per supportare le azioni previste dal medesimo Piano Nazionale Scuola Digitale, ed in particolare per le azioni LIM (Lavagne Interattive Multimediali), Cl@ssi 2.0 e azione Scuol@ 2.0;

-l’Amministrazione regionale, oltre alle risorse annuali annualmente stanziate nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale in argomento, ha previsto risorse aggiuntive a supporto dello sviluppo delle relative iniziative; DATO ATTO che gli interventi prioritari delineati per il 2012 dagli atti di programmazione regionale nell’ambito del sistema integrato di istruzione e formazione afferiscono, in particolare, alla realizzazione di azioni per lo sviluppo del capitale umano mediante la crescita del livello di qualificazione dei giovani in diritto-dovere di istruzione e formazione, favorendo il successo scolastico e formativo e riducendo i fenomeni di dispersione e ritardo;

RILEVATA l’esigenza pertanto, di avviare un percorso comune con il MIUR per il sostegno e l’implementazione del Piano Nazionale Scuola Digitale del sostegno in un’ottica di ottimizzazione delle risorse, sinergia e complementarietà, mediante la realizzazione di azioni congiunte volte all’innovazione tecnologica e digitale negli ambienti scolastici nonché alla crescita culturale;

RICHIAMATI a tal fine:


-la Legge 7 agosto 1990, n. 241 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e s.m.i. che all’art. 15 prevede la possibilità per le Pubbliche Amministrazioni di definire accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune;

-il Piano di azione regionale 2012-2015 per la programmazione delle politiche integrate di istruzione, formazione e lavoro e del sistema universitario lombardo-approvato con D.C.R. n. IX/365 del 7 febbraio 2012, il quale prevede tra le azioni prioritarie l’adeguamento delle infrastrutture tecnologiche degli istituti scolastici e formativi alle nuove prospettive di digitalizzazione della scuola, anche sviluppando nuove forme organizzative;

-la D.G.R. n. IX/2585 del 30 novembre 2011 con la quale la Regione ha approvato “l’Agenda Digitale Lombarda 2012/2015”, volta a promuovere, indirizzare e sostenere la crescita dell’innovazione tecnologica nel territorio lombardo e che prevede-tra le aree di intervento prioritarie-quella relativa all’alfabetizzazione digitale nell’istruzione con il coinvolgimento del mondo della scuola;

-la D.G.R. n. 2713 del 22 dicembre 2011 che ha approvato il protocollo di intesa tra Regione Lombardia e l’Ufficio Scolastico Regionale, avente ad oggetto la realizzazione di interventi per l’innovazione digitale nelle istituzioni scolastiche e formative che riguardano sia gli aspetti di gestione dell’istituto che l’introduzione di modelli innovativi di insegnamento e rapporto scuola- famiglia;

-il protocollo di intesa sottoscritto in data 12 settembre 2011 da Regione Lombardia e Ufficio Scolastico regionale per la realizzazione del progetto Educazione volto allo sviluppo di servizi digitali per studenti ed istituzioni scolastiche;

-il Protocollo d’Intesa del 30 ottobre 2008 tra Ministero della Pubblica Amministrazione e Innovazione e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la realizzazione di programmi di innovazione digitale nella scuola e nell’università, con riferimento al programma della scuola articolato nei progetti “Scuola in rete””Contenuti digitali per la didattica”, “Servizi scuola –famiglia via Web”;

-il Piano di E-Government, avviato dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e Innovazione, che individua un insieme di progetti di innovazione digitale per modernizzazione dell’attività amministrativa e di miglioramento della qualità dei servizi erogati ai cittadini e, in particolare, l’obiettivo settoriale destinato alla scuola, volto alla connessione in rete di tutte le scuole e la dotazione di strumenti e servizi tecnologici avanzati per la didattica e le relazioni con le famiglie;

VISTO lo schema di accordo preliminare tra Regione Lombardia e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la diffusione nelle istituzioni scolastiche e formative di azioni di innovazione tecnologica della didattica, allegato “A” parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

ATTESO che gli ambiti di intervento dell’accordo in argomento afferiscono alla promozione di una specifica azione denominata “Generazione Web Lombardia” finalizzata al sostegno finanziario per l’a.s. 2012/2013 alle istituzioni scolastiche statali e paritarie -e formative di secondo ciclo – limitatamente alle classi I (Istruzione e Istruzione e formazione professionale) e III (Istruzione) per l’acquisto di dispositivi per il lavoro individuale e di gruppo tra loro integrabili ed interoperabili da destinare all’attività didattica degli studenti ;

DATO ATTO che i dirigenti competenti delle D.G. Istruzione, Formazione e Cultura, Istruzione, Formazione e Cultura e la D.G. Semplificazione e Digitalizzazione riferiscono che il documento è coerente con i principi e le finalità della l.r. 19/2007 nonché con i contenuti delle politiche comunitarie e con gli atti di programmazione regionale;

RILEVATO altresì che il citato documento rappresenta un significativo intervento funzionale alla realizzazione delle politiche di applicazione diffusa delle nuove tecnologie sul territorio lombardo che la D.G. Istruzione, Formazione e Cultura e la

D.G. Semplificazione e Digitalizzazione intendono garantire ed implementare in questo ambito, in un contesto di costante miglioramento dell’efficienza e dell’attrattività del sistema educativo regionale di istruzione e formazione;

RITENUTO pertanto di approvare nel testo allegato alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale (Allegato “A”) lo schema di accordo preliminare tra Regione Lombardia e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la diffusione nelle istituzioni scolastiche e formative di azioni di innovazione tecnologica della didattica;

RITENUTO di demandare a successivi provvedimenti del competente dirigente della D.G. Istruzione, Formazione e Cultura il coordinamento di tutte le attività necessarie per l’attuazione dell’accordo preliminare, ed in particolare l’attivazione delle procedure di selezione pubblica per l’individuazione delle candidature ammesse al finanziamento degli interventi, sulla base dei criteri generali di cui all’Allegato “B” che si approva quale parte integrante e sostanziale del presente atto;

EVIDENZIATO che il costo degli interventi previsti nell’accordo in argomento ammonta complessivamente a € 8.500.000,00 e che il contributo a carico di Regione Lombardia è pari a € 4.500.000,00, di cui € 500.000,00 a titolo di premialità per le migliori iniziative progettuali;

DATO ATTO che agli oneri finanziari per la realizzazione degli interventi si farà fronte con le risorse finanziarie regionali stanziate alla competente U.P.B.2.3.0.3.278 cap. 5459 del bilancio regionale 2012;

VALUTATO inoltre di avvalersi per le attività di assistenza tecnica, di monitoraggio e per la valutazione degli esiti delle attività progettuali realizzate dalle istituzioni scolastiche e formative selezionate del supporto dall’Istituto Superiore per la Ricerca, la Statistica e la Formazione Eupolis Lombardia;

VALUTATE e fatte proprie le predette considerazioni;

All’unanimità dei voti espressi nelle forme di legge;

DELIBERA

1. di approvare lo schema di accordo preliminare tra Regione Lombardia e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per la diffusione nelle istituzioni scolastiche e formative di azioni di innovazione tecnologica nella didattica” Allegato “A” parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
2. di stabilire che gli ambiti di intervento dell’accordo preliminare di cui al punto 1 afferiscono, in particolare, alla promozione di una specifica azione denominata “Generazione Web Lombardia” finalizzata al sostegno finanziario alle istituzioni scolastiche – statali e paritarie -e formative di secondo ciclo – limitatamente alle classi I (Istruzione e Istruzione e formazione professionale) e III (Istruzione) per l’acquisto di dispositivi per il lavoro individuale e di gruppo tra loro integrabili ed interoperabili da destinare all’attività didattica degli studenti;
3. di dare mandato al Direttore Generale Istruzione, Formazione e Cultura di provvedere alla sottoscrizione dell’accordo preliminare;
4. di demandare a successivi provvedimenti del competente dirigente della D.G. Istruzione, Formazione e Cultura il coordinamento di tutte le attività necessarie per l’attuazione dell’accordo preliminare, ed in particolare l’attivazione delle procedure di selezione pubblica per l’individuazione delle candidature ammesse al finanziamento degli interventi, sulla base dei criteri generali di cui all’Allegato “B” che si approva quale parte integrante e sostanziale del presente atto;
5. di stabilire che agli oneri finanziari per la realizzazione degli interventi pari a € 4.500.000,00, di cui € 500.000,00 a titolo di premialità per le migliori iniziative progettuali, si farà fronte con le risorse finanziarie regionali stanziate alla competente U.P.B..2.3.0.3.278 cap. 5459 del bilancio regionale 2012;
6. di avvalersi del supporto dall’Istituto Superiore per la Ricerca, la Statistica e la Formazione Eupolis Lombardia per le attività di assistenza tecnica, di monitoraggio e per la valutazione degli esiti delle attività progettuali realizzate dalle istituzioni scolastiche e formative selezionate.

Il SEGRETARIO
MARCO PILLONI