Rime (Angiolieri)/III - I' ho sì poco di grazia 'n Becchina

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
III - I’ ho sì poco di grazia ’n Becchina

../II - Or non è gran pistolenza la mia ../IV - Oimè d’Amor, che m’è duce sì reo IncludiIntestazione 5 agosto 2013 75% Da definire

Cecco Angiolieri - Rime (XIII secolo)
III - I’ ho sì poco di grazia ’n Becchina
II - Or non è gran pistolenza la mia IV - Oimè d’Amor, che m’è duce sì reo

 
     I’ ho sì poco di grazia ’n Becchina,
in fé di Di’, ch’anche non tèn a frodo,
che in le’ non posso trovar via né modo,
né medico mi val né medicina;
     5ch’ella m’è peggio ch’una saracina
o che non fu a’ pargoli il re Rodo;
ma certo tanto di le’ me ne lodo,
ch’esser con meco non vorrìe reina.
     Ecco ’l bell’erro c’ha da me a lei:
10ch’i’ non cherre’ a Di’ altro paradiso
che di basciar la terr’, u’ pon li piei;
     ed i’ fossi sicur d’un fiordaliso,
ch’ella dicesse: – Con vertà ’l ti diei! –
e no ch’i’ fosse dal mondo diviso!