Rime (Dante)/XXIII - Vede perfettamente onne salute

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXIII - Vede perfettamente onne salute

../XXII - Tanto gentile e tanto onesta pare ../XXIV - Sì lungiamente m'ha tenuto Amore IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% letteratura

Dante Alighieri - Rime (XIII secolo)
XXIII - Vede perfettamente onne salute
XXII - Tanto gentile e tanto onesta pare XXIV - Sì lungiamente m'ha tenuto Amore
Rime della Vita Nuova

 
Vede perfettamente onne salute
chi la mia donna tra le donne vede;
quelle che vanno con lei son tenute
4di bella grazia a Dio render merzede.

E sua bieltate è di tanta vertute,
che nulla invidia a l’altre ne procede,
anzi la face andar seco vestute
8di gentilezza, d’amore e di fede.

La vista sua fa onne cosa umile;
e non fa sola sé parer piacente,
11ma ciascuna per lei riceve onore.

Ed è ne li atti suoi tanto gentile,
che nessun la si può recare a mente,
14che non sospiri in dolcezza d’amore.

[Vita Nuova XXVI 10-13]