Rime (Meo de' Tolomei)/2 - Mie madre disse l’altrier parol’una

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Mie madre disse l’altrier parol’una

../1 - I’ son sì magro, che quasi traluco ../3 - Su lo letto mi stava l’altra sera IncludiIntestazione 20 maggio 2009 75% Sonetti

Meo de' Tolomei - Rime (XIII secolo)
Mie madre disse l’altrier parol’una
1 - I’ son sì magro, che quasi traluco 3 - Su lo letto mi stava l’altra sera

 
     Mie madre disse l’altrier parol’una
la qual mi piacque a dismisura molto:
che s’ella m’ha di mio argento tolto,
di farmene ragion tiell’una pruna.
     5Ed io sì le rispuosi in una in una:
– Perché m’avete sì ’ngiuliato e còlto,
che ’l date a quel che par lo santo Volto
da Lucca, ciò è ’l Zeppa, che me luna?
     Ché ’n ogni parte ’l veggo, e s’ i’ sapesse
10loco trovare ove veder nol creda,
ciascuno ’l sa ch’io ’l faria, s’ i’ potesse.
     Ma far nol posso: più duro è che preda!
Potreste dir che gli occhi mi traesse,
come che poi vedrei men che preda. –