Rime (Meo de' Tolomei)/4 - Quando 'l Zeppa entra 'n santo, usa di dire

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Quando ’l Zeppa entra ’n santo, usa di dire

../3 - Su lo letto mi stava l’altra sera ../5 - Boccon in terr’a piè l’uscio di Pina IncludiIntestazione 20 maggio 2009 75% Sonetti

Meo de' Tolomei - Rime (XIII secolo)
Quando ’l Zeppa entra ’n santo, usa di dire
3 - Su lo letto mi stava l’altra sera 5 - Boccon in terr’a piè l’uscio di Pina

 
    Quando ’l Zeppa entra ’n santo, usa di dire:
— Die sì vi dea ’l buon dì, domine Deo!
e sì si segna, che quasi morire
fa ciascuno, che vede l’atto seo.
     5E suo’ peccati dice sì, ch’udire
li pò ciascun, non che gli oda Iddeo;
e quand’e’ se ne vien a dipartire,
cantando n’esc’ ed è omai giudeo.
     Nel su’ segnar fa dritt’atti di pazza,
10ché del dito si dà talor ne l’occhio,
e per ciò campa ch’alcun non l’ammazza.
     Forse ch’ è riguardato per Capocchio
o per ch’a Branca diè tal d’una mazza,
che ben ve sta uma’ dicer finocchio.