Rime (Meo de' Tolomei)/5 - Boccon in terr'a piè l'uscio di Pina

Da Wikisource.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Boccon in terr’a piè l’uscio di Pina

../4 - Quando ’l Zeppa entra ’n santo, usa di dire ../6 - – Per cotanto ferruzzo, Zeppa, dimi IncludiIntestazione 20 maggio 2009 75% Sonetti

Meo de' Tolomei - Rime (XIII secolo)
Boccon in terr’a piè l’uscio di Pina
4 - Quando ’l Zeppa entra ’n santo, usa di dire 6 - – Per cotanto ferruzzo, Zeppa, dimi

 
     Boccon in terr’a piè l’uscio di Pina,
dipo le tre trovai Min Zeppa stare;
ed i’ mi stett’e comincia’ ascoltare,
e seria stato infine a la mattina,
     5se tanto fosse durata la lena,
ché cominciat’ave’, del favellare:
ché que’ diceva di volervi entrare
e quella li rispos’: — Or quest’ è fina!
     — Almen piglia da me questi danari,
10così come ti cale del mi’ occhio:
sì n’avra’ già un paio di calzari.
     — Va pian, amor, un poco, ch’ i’ sconocchio:
s’e’ fosser buon tu li avresti più cari;
va col malanno; e’ fuôr di Capocchio! —