Rime (Michelangelo)/239. Com'esser, donna, può quel c'alcun vede

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
239. Com'esser, donna, può quel c'alcun vede

../238. Non è non degna l'alma che n'attende ../240. Sol d'una pietra viva IncludiIntestazione 7 maggio 2009 75% Poesie

239. Com'esser, donna, può quel c'alcun vede
238. Non è non degna l'alma che n'attende 240. Sol d'una pietra viva
[p. 112 modifica]

 
  Com’esser, donna, può quel c’alcun vede
per lunga sperïenza, che più dura

[p. 113 modifica]

l’immagin viva in pietra alpestra e dura
che ’l suo fattor, che gli anni in cener riede?
  La causa a l’effetto inclina e cede,5
onde dall’arte è vinta la natura.
I’ ’l so, che ’l pruovo in la bella scultura,
c’all’opra il tempo e morte non tien fede.
  Dunche, posso ambo noi dar lunga vita
in qual sie modo, o di colore o sasso,10
di noi sembrando l’uno e l’altro volto;
  sì che mill’anni dopo la partita,
quante voi bella fusti e quant’io lasso
si veggia, e com’amarvi i’ non fu’ stolto.