Rime (Michelangelo)/52. S'alcun se stesso al mondo ancider lice

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
52. S'alcun se stesso al mondo ancider lice

../51. Oilmè, oilmè, ch'i' son tradito ../53. Chi di notte cavalca, el dì conviene IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Poesie

52. S'alcun se stesso al mondo ancider lice
51. Oilmè, oilmè, ch'i' son tradito 53. Chi di notte cavalca, el dì conviene
[p. 26 modifica]

 
  S’alcun se stesso al mondo ancider lice,
po’ che per morte al ciel tornar si crede,
sarie ben giusto a chi con tanta fede
vive servendo miser e ’nfelice.
  Ma perché l’uom non è come fenice,5
c’alla luce del sol resurge e riede,
la man fo pigra e muovo tardi el piede.