Rime (Stampa)/Rime d'amore/CXCII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime d'amore

CXCII

../CXCI ../CXCIII IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CXCI Rime d'amore - CXCIII

[p. 104 modifica]

CXCII

Infelice stato d’Amore.

     Amor, lo stato tuo è proprio quale
è una ruota, che mai sempre gira,
e chi v’è suso or canta ed or sospira,
e senza mai fermarsi or scende or sale.
     Or ti chiama fedele, or disleale;
or fa pace con teco, ed or s’adira;
ora ti si dà in preda, or si ritira;
or nel ben teme, ed or spera nel male;
     or s’alza al cielo, or cade ne l’inferno;
or è lunge dal lido, or giunge in porto;
or trema a mezza state, or suda il verno.
     Io, lassa me, nel mio maggior conforto
sono assalita d’un sospetto interno,
che mi tien sempre il cor fra vivo e morto.