Rime (Stampa)/Rime d'amore/CXCIX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime d'amore

CXCIX

../CXCVIII ../CC IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CXCVIII Rime d'amore - CC

[p. 108 modifica]

CXCIX

Da lontano la ricordi; e torni presto.

     Signor, ite felice ove ’l disio
ad or ad or piú chiaro vi richiama
a far volar al ciel la vostra fama,
secura da la morte e da l’oblio;
     ricordatevi sol come rest’io,
solinga tortorella in secca rama,
che senza lui, che sol sospira e brama,
fugge ogni verde pianta e chiaro rio.
     Al mio cor fate cara compagnia,
il vostro ad altra donna non donate,
poi che a me sí fedel nol deste pria.
     Sopra tutto tornar vi ricordate,
e, s’avien che fia quando estinta io sia,
de la mia rara fé non vi scordate.