Rime (Stampa)/Rime d'amore/CXXXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime d'amore

CXXXIII

../CXXXII ../CXXXIV IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CXXXII Rime d'amore - CXXXIV

[p. 75 modifica]

CXXXIII

«Cosí, senza aver vita, vivo in pene».

     Cosí, senza aver vita, vivo in pene,
e, vivendo ov’è gioia, non son lieta;
cosí fra viva e morta Amor mi tiene,
e vita e morte ad un tempo mi vieta.
     Tal la sua sorte a ognun nascendo viene,
tal fu il mio aspro e mio crudo pianeta;
di sí rio frutto in sitibonde arene,
senza mai sparger seme, avien ch’io mieta.
     E s’io voglio per me stessa finire
con la vita i tormenti, non m’è dato,
ché senza vita un uom non può colpire.
     Qual fine Amore e ’l ciel m’abbia serbato
io non so, lassa, e non posso ridire;
so ben ch’io sono in un misero stato.