Rime (Stampa)/Rime d'amore/X

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime d'amore

X

../IX ../XI IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - IX Rime d'amore - XI

[p. 10 modifica]

X

Troppo alto soggetto egli è per le rime di lei.

     Alto colle, gradito e grazioso,
novo Parnaso mio, novo Elicona,
ove poggiando attendo la corona,
de le fatiche mie dolce riposo;
     quanto sei qui tra noi chiaro e famoso,
e quanto sei a Rodano e a Garona,
a dir in rime alto disio mi sprona,
ma l’opra è tal, che cominciar non oso.
     Anzi quanto averrà che mai ne canti,
fia pura ombra del ver, perciò che ’l vero
va di lungo il mio stil e l’altrui innanti.
     Le tue frondi e ’l tuo giogo verdi e ’ntero
conservi ’l cielo, albergo degli amanti,
colle gentil, dignissimo d’impero.