Rime (Stampa)/Rime varie/CCLXXX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime varie

CCLXXX

../CCLXXIX ../CCLXXXI IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime varie - CCLXXIX Rime varie - CCLXXXI

[p. 160 modifica]

CCLXXX

A G. A. Guiscardo, o Viscardo.

     Le virtú vostre e quel cortese affetto,
che mostrate, Guiscardo, avermi a parte,
e quel vergar de l’onorate carte
in lode mia sí chiaro e sí perfetto,
     hanno tanto poter dentro al mio petto,
che con quanto si può mai studio od arte
io son vòlta ad amarte ed onorarte,
quasi di vero onor nido e ricetto.
     Ma con quel sol e non altro disio,
che prescrive onestate, e che conviensi
al voler vostro ed a lo stato mio;
     perché l’amar con questi frali sensi
è amor breve; e spesse volte è rio,
ché n’ancide la strada, ond’al ciel viensi.