Specifiche HTML 4.0/Guida alle specifiche HTML 4.0

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Guida alle specifiche HTML 4.0

../Introduzione a HTML 4.0 IncludiIntestazione 27 luglio 2010 75% informatica

Guida alle specifiche HTML 4.0
Introduzione a HTML 4.0

1.1 Organizzazione delle Specifiche

Queste Specifiche sono suddivise nelle seguenti sezioni:

Sezioni 2 e 3: Introduzione a HTML 4.0

    L’introduzione descrive il ruolo di HTML nel progetto del World Wide Web, presenta una breve storia dello sviluppo di HTML, mette in luce che cosa può essere fatto con HTML 4.0, e fornisce alcuni consigli utili per la creazione di documenti con HTML. La breve guida su SGML offre ai lettori qualche conoscenza sulla connessione di HTML a SGML, e dà informazioni sommarie su come leggere la Definizione del Tipo di Documento (DTD) HTML.

Sezioni 4 - 24: manuale di riferimento di HTML 4.0

    La maggior parte del manuale di riferimento è composto dalla guida al linguaggio HTML, che definisce tutti gli elementi e gli attributi del linguaggio.

Questo documento è stato organizzato per argomento piuttosto che in funzione della grammatica dell’HTML. Gli argomenti sono raggruppati in tre categorie: struttura, presentazione, ed interattività. Sebbene non sia facile suddividere perfettamente i costrutti HTML in queste tre categorie, il modello riflette l’esperienza dell'HTML Working Group che separare la struttura di un documento dalla sua presentazione produce documenti più efficaci ed aggiornabili.
La guida al linguaggio consiste delle seguenti informazioni:

  • Quali caratteri possono apparire in un documento HTML.
  • Tipi di dati elementari di un documento HTML.
  • Elementi che governano la struttura di un documento HTML, comprendenti testo, elenchi, tabelle, collegamenti e oggetti, immagini, e applet incorporati.
  • Elementi che governano la presentazione di un documento HTML, comprendenti fogli di stile, insiemi di caratteri, colori, separatori e altra presentazione visuale, e frame per presentazioni a finestre multiple.
  • Elementi che governano l’interattività con un documento HTML, comprendenti moduli per l’immissioni di dati da parte dell’utente e script per documenti attivi.
  • La definizione formale in SGML di HTML:
    • La Dichiarazione SGML di HTML.
    • Tre DTD: rigorosa, transitoria e organizzata a frame.
    • L’elenco delle referenze ai caratteri.

Appendici

    La prima appendice contiene informazioni sulle modifiche rispetto a HTML 3.2 per aiutare autori ed implementatori nella transizione verso HTML 4.0, e sulle modifiche rispetto alle Specifiche del 18 dicembre 1997. La seconda appendice contiene note su esecuzione ed implementazione, ed è fondamentalmente destinata ad aiutare gli implementatori nella creazione di interpreti per HTML 4.0.

Riferimenti

    Un elenco di riferimenti normativi e informativi.

Indici

    Tre indici forniscono ai lettori rapido accesso alla definizione di concetti, elementi ed attributi chiave.

1.2 Convenzioni del documento

Questo documento è stato scritto con due tipi di lettori in mente: autori ed implementatori. Si confida che le Specifiche possano fornire agli autori gli strumenti necessari per la stesura di documenti efficienti, invitanti ed accessibili, senza sovraesporli ai dettagli implementativi di HTML. Gli implementatori, comunque, dovrebbero trovare tutto ciò di cui necessitano per costruire interpreti HTML conformi.
Le Specifiche possono essere utilizzate in diversi modi:

  • Lettura lineare, dall’inizio alla fine. Le Specifiche cominciano con una presentazione generale di HTML, e diventano sempre più tecniche e particolareggiate procedendo verso la fine.
  • Accesso rapido alle informazioni. Per consentire l’acquisizione di informazioni circa sintassi e logica il più rapidamente possibile, la versione in linea delle Specifiche comprende le seguenti caratteristiche:
    • Ciascun riferimento ad un elemento o attributo è collegato alla sua definizione nelle Specifiche. Ciscun elemento o attributo è definito in un sola posizione.
    • Ciascuna pagina include collegamenti agli indici, così che non sono mai richiesti più di due salti ipertestuali per arrivare alla definizione di un elemento o di un attributo.
    • La prima pagina delle tre parti del manuale di riferimento del linguaggio estende il sommario presentato all’inizio con maggiori dettagli riguardanti ciascuna sezione.

1.2.1 Elementi e attributi

I nomi degli elementi sono scritti in lettere maiuscole (ad es., BODY). I nomi degli attributi sono scritti in lettere minuscole (ad es., lang, onsubmit). Si ricorda che in HTML i nomi degli elementi e degli attributi sono insensibili alla forma maiuscola/minuscola delle lettere che li specificano; la convenzione è destinata ad incoraggiare la leggibilità.
I nomi degli elementi e degli attributi in questo documento sono stati marcati opportunamente e possono essere riprodotti in modo speciale da alcuni interpreti HTML.
Ciascuna definizione di attributo specifica il tipo del suo valore. Se il tipo permette un insieme ridotto di valori possibili, la definizione elenca l’insieme dei valori, separati da una barra (|).
Dopo le informazioni sul tipo, ciascuna definizione di attributo indica la sensibilità dei suoi valori alla forma maiuscola/minuscola delle lettere che li specificano, tra parentesi quadre ("[]"). Si veda la sezione riguardante le informazioni sulla forma maiuscola/minuscola delle lettere per maggiori dettagli.

1.2.2 Note ed esempi

Le note informative sono messe in evidenza per distinguerle dal testo circostante e possono essere riprodotte in modo speciale da alcuni interpreti HTML.
Tutti gli esempi che illustrano un’utilizzazione disapprovata sono contrassegnati come "ESEMPIO DISAPPROVATO". Gli esempi disapprovati includono anche soluzioni alternative raccomandate. Tutti gli esempi che illustrano un’utilizzazione illegale sono chiaramente contrassegnati come "ESEMPIO ILLEGALE".
Esempi e note sono stati marcati opportunamente e possono essere riprodotti in modo speciale da alcuni interpreti HTML.

1.3 Ringraziamenti

Si ringraziano tutti coloro che hanno aiutato nella stesura delle bozze del progetto entrate a far parte delle Specifiche HTML 4.0, e tutti coloro che hanno inviato suggerimenti e correzioni.
Sentiti ringraziamenti vanno ai membri della task force della Web Accessibility Initiative (gruppo WAI HC) per il loro lavoro per migliorare l’accessibilità di HTML, e a T.V. Raman (Adobe) per il suo precedente lavoro sullo sviluppo di moduli accessibili.
Gli autori di queste Specifiche, i membri del W3C HTML Working Group, meritano un grande elogio per la loro diligente revisione di questo documento, i loro costruttivi commenti e il loro duro lavoro: John D. Burger (MITRE), Steve Byrne (JavaSoft), Martin J. Dürst (Università di Zurigo), Daniel Glazman (Electricité de France), Scott Isaacs (Microsoft), Murray Maloney (GRIF), Steven Pemberton (CWI), Robert Pernett (Lotus), Jared Sorensen (Novell), Powell Smith (IBM), Robert Stevahn (HP), Ed Tecot (Microsoft), Jeffrey Veen (HotWired), Mike Wexler (Adobe), Misha Wolf (Reuters) e Lauren Wood (SoftQuad).
Si ringrazia Dan Connolly (W3C) per il rigoroso e generoso contributo come curatore part-time e per la guida sapiente come presidente dell'HTML Working Group. Si ringrazia Sally Khudairi (W3C) per il suo indispensabile lavoro con i comunicati stampa.
Si ringraziano David M. Abrahamson e Roger Price per la loro attenta lettura delle Specifiche e i loro costruttivi commenti.
Si ringrazia Jan Kärrman, autore di html2ps, per il grande aiuto prestato nella creazione della versione Postscript delle Specifiche.
Sono stati di particolare aiuto dal W3C di Sophia-Antipolis Janet Bertot, Bert Bos, Stephane Boyera, Daniel Dardailler, Yves Lafon, Håkon Lie, Chris Lilley, e Colas Nahaboo (Bull).
Infine, si ringrazia Tim Berners-Lee senza il quale niente di tutto questo sarebbe stato possibile.

1.4 Avvertenza di Copyright

Copyright © 1997 World Wide Web Consortium, (Massachusetts Institute of Technology, Institut National de Recherche en Informatique et en Automatique, Keio University). Tutti i Diritti sono Riservati.
I documenti sul sito del W3C sono forniti dai detentori del copyright sotto la seguente licenza. Acquisendo, utilizzando e/o duplicando questo documento, o il documento del W3C da cui si raggiunge questa dichiarazione, l’utente riconosce di aver letto, compreso e sottoscritto i seguenti termini e le seguenti condizioni:
Il permesso di utilizzare, duplicare e distribuire i contenuti di questo documento, o i contenuti del documento del W3C da cui si raggiunge questa dichiarazione, con qualsiasi mezzo e a qualsiasi scopo, senza compensi o diritti d’autore, è garantito dalla presente licenza, purché in TUTTE le copie del documento, o porzioni dello stesso, che si utilizzano venga incluso quanto segue:

  1. Un collegamento o un URI che conduca al documento originale del W3C.
  2. La preesistente avvertenza di copyright dell’autore originario, o se non esiste, una avvertenza della forma: "Copyright © World Wide Web Consortium, (Massachusetts Institute of Technology, Institut National de Recherche en Informatique et en Automatique, Keio University). Tutti i Diritti sono Riservati."
  3. Nel caso esista, lo STATUS del documento del W3C.

Quando lo spazio lo permetta, si dovrà provvedere all’inclusione dell’intero testo di questa AVVERTENZA. Inoltre, i detentori del copyright dovranno ricevere credito per qualunque software, documento, o altro articolo o prodotto venga creato a seguito dell’implementazione del contenuto di questo documento, o di qualsiasi parte di esso.
Nessun diritto di creare modificazioni o derivati viene riconosciuto a seguito di questa licenza.
QUESTO DOCUMENTO È FORNITO "COSÌ COM’È", E I DETENTORI DEL COPYRIGHT NON RILASCIANO DICHIARAZIONI O GARANZIE ALCUNE, ESPRESSE O IMPLICITE, COMPRENDENTI, MA NON LIMITATE A, GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, IDONEITÀ PER SCOPI PARTICOLARI, NON INFRANGIMENTO, O TITOLO, CHE I CONTENUTI DEL DOCUMENTO SIANO IDONEI A QUALSIVOGLIA SCOPO, NÈ CHE L’IMPLEMENTAZIONE DI TALI CONTENUTI NON INFRANGA ALCUN BREVETTO, COPYRIGHT, MARCHIO O ALTRI DIRITTI DI TERZI.
I DETENTORI DEL COPYRIGHT NON POSSONO ESSERE RITENUTI RESPONSABILI PER QUALUNQUE DANNO DIRETTO, INDIRETTO, ECCEZIONALE O CONSEQUENZIALE POSSA DERIVARE DA QUALSIASI UTILIZZAZIONE DEL DOCUMENTO O DALLA ESECUZIONE O IMPLEMENTAZIONE DEL CONTENUTO DELLO STESSO.

I nomi e i marchi dei detentori del copyright NON possono essere usati per scopi o campagne pubblicitari che si riferiscono a questo documento o ai suoi contenuti senza precedente autorizzazione specifica scritta. Il diritto all’esercizio del copyright su questo documento rimarrà in qualsiasi momento ai detentori del copyright.