Udite, o Venerabili Fratelli (Artico)/Regio Proclama 29 marzo 1848 (Carlo Alberto)

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Alberto di Savoia

Regio Proclama 29 marzo 1848 ../Prima parte ../Seconda parte IncludiIntestazione 18 novembre 2010 100% Cristianesimo

Prima parte Seconda parte
[p. 3 modifica]
CARLO ALBERTO
PER GRAZIA DI DIO
RE DI SARDEGNA, DI CIPRO E DI GERUSALEMME
ECC. ECC. ECC.
A’ suoi amatissimi Popoli


I doveri di Re, gli obblighi che Ci stringono ai sacri interessi d’Italia C’impongono di portarmi co’ miei Figli nelle pianure Lombarde ove stanno per decidersi i destini della Patria Italiana.

L’Esercito, Nostra lunga cura ed amore, Ci segue; un gran numero di valorosi Cittadini spontaneo è accorso a dividere con Noi le fatiche della guerra ed i pericoli delle battaglie.

Il nostro cuore esulta a sì solenne ed universale entusiasmo, bello e glorioso per Noi è l’esser Duce di Popoli generosi alla santa impresa iniziata dal Sommo PIO.

Alle Milizie Comunali del Regno, all’affetto del Popolo commettiamo con piena fiducia la guardia della mia Famiglia e la custodia dell’ordine pubblico, primo fondamento di ogni libertà.

Fedeli Savoiardi, valorosi Liguri, alla vostra fede, al vostro onore, al poderoso vostro braccio affidiamo la difesa dei Nostri confini e delle Nostre spiaggie; nell’assenza de’ vostri fratelli dell’Esercito sarete pacati e dignitosi guardiani delle Libere Istituzioni e della integrità della Patria.

Dato dal Nostro Quartier Generale in Voghera addì 29 di Marzo 1848.

CARLO ALBERTO.