Varenna e Monte di Varenna/Secoli XIX e XX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Secoli XIX e XX — Giurisdizione e popolazione

../Secolo XVIII/Espatriati /Opere pubbliche IncludiIntestazione 7 ottobre 2019 75% Da definire

Secoli XIX e XX — Giurisdizione e popolazione
Secolo XVIII - Espatriati Secoli XIX e XX - Opere pubbliche

[p. 297 modifica]

SECOLI XIX e XX


GIURISDIZIONE E POPOLAZIONE


All’aprirsi del secolo XIX Varenna fa parte del Dipartimento del Lario, e del Distretto IV Bellano. Perledo pur essendo dello stesso dipartimento, appartiene al distretto II Taceno; cosicchè continua ad essere unito alla Valsassina. Ma con la nuova sistemazione dell’anno 1809, tanto Varenna che Perledo vengono assegnati al distretto di Menaggio ed al cantone di Bellano.

Nell’anno 1812 venne dato un nuovo assetto ai territori dello stato, ma Varenna e Perledo continuarono a far parte del distretto di Menaggio e del cantone di Bellano.

Per tutto il cantone di Bellano che formò la Delegazione XIV venne nominato delegato Don Giuseppe Curioni parroco di Varenna.

Ecco la popolazione di Varenna e del monte di Varenna suddivisa nelle varie frazioni nel 1808:

[p. 298 modifica]
Varenna 426
Monastero 6
Fiume Latte 187
Olivedo 10
Pino 23
Vedrignano 5
Piona 3
Gonzaga 20
Bellotto 3
Crotto 4
__
Totale 687
Perledo 191
Regolo 122
Bologna 108
Gitana 92
Regoledo 62
Gisazio 83
Cestalio 20
Tondello 15
Vezio 73
__
Totale 856


La popolazione si accrebbe notevolmente nel secolo XIX tanto che nel 1881 Varenna e frazioni contava 996 abitanti, e Perledo con le frazioni annesse 1076.

Nel 1927 Varenna conta 1052 abitanti e Perledo 1164.

Da uno specchio statistico del 1843 togliamo i seguenti dati sulla situazione economica del comune di Varenna in quell’anno:

Spese per l’amministrazione ordinaria L. 6111,90
Fondo di riserva per piccole spese » 300.—

Totale della passività L. 6411,90
Rendite ordinarie L. 7827.—
Il comune ha un fondo di cassa di L. 8000.—


VICENDE MILITARI

Durante il periodo delle guerre napoleoniche Varenna come tutti gli altri comuni ebbe a soffrire ingenti requisizioni militari.

In un elenco dell’anno 1807 dei crediti dei vari comuni del Lario per requisizioni forniture e simili oggetti, Varenna figura con un credito di lire 7814,30

In altri elenchi per gli anni successivi troviamo ancora Varenna con altri crediti; nel 1814 il comune chiede di essere pagato per somministrazione di vitto fatta agli ufficiali1.

Circa gli obblighi militari degli abitanti, è interessante una questione insorta fra Giovanni Battista Venini e Pietro Pasquale Conca, entrambi di Varenna, per ragioni di rimpiazzo. Giovanni Battista Venini requisibile per la riserva del 1805 e 1806, aveva molti requisibili che lo precedevano. Risoltosi di fare il soldato, fu supplente di Pietro Pasquale Conca per il prezzo di lire 200, da pagarsi non appena il Venini si fosse consegnato al Deposito in Como, lire 700 avvenuta l’accettazione al Corpo, e lire 500 finito il servizio militare, ma quest’ultima somma non si sarebbe dovuta pagare qualora il Venini fosse stato requisito per fare il soldato.

Ora avvenne che accettato il Venini al Corpo, ebbe luogo la sua regolare chiamata, ed il Conca allora, dopo aver pagate le prime 200 lire, [p. 299 modifica]non volle più pagare le altre 700 come era stato convenuto. Non si conosce come sia andata a finire la cosa, ma ciò basta per provare l’immoralità dell’istituzione del rimpiazzo.

Questo Venini entrato nel 3° Reggto Leggero Italiano fece poi carriera e divenne ufficiale. Di lui abbiamo trovato il seguente stato di servizio dal quale si rileva come abbia preso parte a molte campagne di guerra, e fra le altre all’intera campagna di Russia.


3° REGGIMENTO LEGGERO ITALIANO2

Venini Giov. Battista Tenente figlio di Giorgio e di Margherita nato il 23 Sett. 1785 a Varenna Dipartimento del Lario - statura Piedi 5 - Pollici 5 - linee 10 - capelli e ciglia castagne - fronte bassa, occhi neri, naso grosso, bocca media, mento tondo, colore bruno.


Dettaglio progressivo del servizio | Indicazione delle campagne, ferite, azioni e vicende | Documenti comprovanti il servizio

1 Entrato al reggimento coscritto il 14 giugno 1807
2 Caporale l’11 febbraio
3 Sergente il 1° ottobre 1808
4 Sottotenente il 14 agosto 1813
5 Tenente il 1° dicembre 1813
7 Corona ferrea il 3 dicembre 1813
| Al blocco di Palmanova ed in Carnia nel 1809
Ha fatto l’intera campagna della Russia nel grande esercito
Al 3° Regg.to Leggero Italiano. Fu a Mosca e presente nella ritirata
Ha fatto le campagne del 1813 e del 1814 nelle provincie Illiriche e in Italia
Presente negli affari dell’8, 9 e 10 Febbraio al Mincio nella Divisione comandata dal generale Conte Verdier
| 1 vedi matricola del 3 Leggero n. 1300
4 Lettera del Sig. Ministro della Guerra n. 52895
5 Lettera del Sig. Ministro della Guerra n. 56891
7 Lett. del Sig. Marescalchi Cancell. della Corona Ferrea in data di Parigi 13 Dic. 1813 n. 1655

Varese 25 giugno 1814.

Il maggiore Relatore Il Pres. del Consiglio d’ammin.
Pino Col. Bianchi

Note

  1. A. S. M. Milizie. Fazioni P. G. Alloggi-Sussistenze. Varenna liquidò questa partita in fiorini 203:58:3 e Perledo in fiorini 191:1.
  2. A. S. M. Gov. Prov. 108.