Pagina:Occhi e nasi.djvu/19

Da Wikisource.

— 18 —


Fuma, senza impallidire, la foglia infida del nostro sigaro, ride sul viso al Pretore come i primi cristiani ridevano in faccia a Nerone, conosce tutta la gamma del blasfema ereticale, e sul tema obbligato del nome santo di Dio eseguisce un concerto di variazioni infinite. È il Paganini della bestemmia.

Se letica co’ suoi compagni, apriti cielo! Qualifica i loro babbi e le loro mamme con una proprietà di epiteti, che rivelano uno studio profondo sulle miserie intime dell’alcova e del letto coniugale, e parla, all’occorrenza, anche la lingua preistorica del buon Lot, come se avesse fatto un corso di lingue in qualche Liceo a mezza strada fra Sodoma e Gomorra.

Quant’anni ha il ragazzo di strada? Nessuno può dirlo con esattezza, e, meno degli altri, lui. Per uomo, gli manca qualche cosa: — e per ragazzo, c’è qualche cosa più del bisogno.