Amorosa visione/Sonetto I

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto I.

../Ai cortesi Lettori ../Sonetto II IncludiIntestazione 26 settembre 2016 100% Da definire

Ai cortesi Lettori Sonetto II

[p. 1 modifica]

AMOROSA VISIONE

DI

GIOVANNI BOCCACCIO




Qui cominciano tre sonetti, i quali contengono per ordine tutte le lettere principali del primo verso di ogni terzina di tutta l’Amorosa Visione1.


SONETTO I.


Mirabil cosa forse la presente
     Visïon vi parrà, donna gentile,
     A riguardar, sì per lo nuovo stile,
     Sì per la fantasia ch’è nella mente.
5Rimirandovi un dì subitamente
     Bella, leggiadra et in abit’umíle,
     In volontà mi venne con sottile
     Rima trattar parlando brievemente.
Adunque a voi, cui tengo Donna mia,
     10Et chui sempre disio di servire,
     La raccomando, madama Maria:
E prieghovi, se fosse nel mio dire
     Difecto alcun, per vostra cortesia
     Correggiate amendando il mio fallire.
15Cara Fiamma, per cui ’l core ó caldo,
     Que’ che vi manda questa Visïone
     Giovanni è di Boccaccio da Certaldo.


Note

  1. Non si maravigli il lettore di vedere questi tre sonetti stampati con barbara ortografia. Per conservare esattamente l’Acrostico è stato forza scriverli appunto come qui si leggono, e come furono scritti originalmente dall’autore.