Canzoniere (Dante da Maiano)/Di voi mi stringe tanto lo disire

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di voi mi stringe tanto lo disire

../Aggio talento, s'eo savesse, dire ../Ahi gentil donna gaia ed amorosa IncludiIntestazione 8 settembre 2009 75% Sonetti

Dante da Maiano - Canzoniere (XIII secolo)
Di voi mi stringe tanto lo disire
Aggio talento, s'eo savesse, dire Ahi gentil donna gaia ed amorosa

 
Di voi mi stringe tanto lo disire
e lo talento e lo corale amore,
che non affreno di voler grandire
e d’innorar lo vostro gentil core.
5E non mi doglio s’io n’aggio martire,
anti la pena contomi dolzore:
però non vi dispiaccia el mio servire
né ’l meo laudar, che non vi bassa flore.
E non credo eo che voi mi disdegnate
10come dicete, dolze donna mia,
ma più che nullo penso che m’amate.
Perciò, merzé, di me vi rimembrate,
che ’n cor vi porto pinta tuttavia,
sì come sete, bella maestate.