D.P.R. 29 dicembre 2007, n. 275 - Regolamento recante modifiche del capo IV del regio decreto 18 maggio 1942 n. 1369 (Diritto d'autore)

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Presidente della Repubblica Italiana

2007 D Decreti Diritto Intestazione 17 dicembre 2011 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Decreto 29/12/2007, n.275.

Regolamento recante disposizioni modificative del capo IV del regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369, concernente approvazione del regolamento per l’esecuzione della legge 22 aprile 1941, n. 633, per la protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visto l’articolo 87 della Costituzione;

Visto l’articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400;

Vista la direttiva 2001/84/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 settembre 2001, relativa al diritto dell’autore di un’opera d’arte sulle successive vendite dell’originale;

Visto il decreto legislativo 13 febbraio 2006, n. 118, recante attuazione della direttiva 2001/84/CE, relativa al diritto dell’autore di un’opera d’arte sulle successive vendite all’originale;

Vista la legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni;

Visto il regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369;

Vista la legge 20 giugno 1978, n. 399, recante ratifica ed esecuzione della Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie e artistiche;

Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, recante istituzione del Ministero per i beni e le attività culturali, a norma dell’articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59;

Visto il decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 419, recante riordinamento del sistema degli enti pubblici nazionali, a norma degli articoli 11 e 14 della legge 15 marzo 1997, n. 59, ed in particolare l’articolo 7, relativo alla Società italiana degli autori ed editori;

Vista la legge 18 agosto 2000, n. 248, recante nuove norme di tutela del diritto d’autore;

Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, recante disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dei Ministeri;

Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 13 luglio 2007;

Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione consultiva per gli atti normativi nell’Adunanza del 27 agosto 2007;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione dell’11 dicembre 2007;

Sulla proposta del Ministro per i beni e le attività culturali, di concerto con il Ministro per le politiche europee;

Emana il seguente regolamento:

Articolo 1. Sostituzione della rubrica del capo IV del regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369

1. La rubrica del capo IV del regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369, è sostituita dalla seguente: «Diritti sulle vendite successive».

Articolo 2. Sostituzione degli articoli 44, 45, 46, 47 e 48, del regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369

1. Gli articoli 44, 45, 46, 47 e 48, del regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369, sono sostituiti dai seguenti:

«Articolo 44. - 1. Entro il termine di novanta giorni dall’effettuazione della vendita dell’opera d’arte o del manoscritto, i soggetti di cui al primo comma dell’articolo 153 della legge 22 aprile 1941, n. 633, d’ora in avanti denominata: «Legge», nell’ordine di venditore, acquirente o intermediario, presentano alla Società italiana degli autori ed editori (SIAE) la dichiarazione prevista dallo stesso articolo e provvedono al versamento ad essa del compenso di cui all’articolo 144 della legge.

Articolo 45. - 1. La dichiarazione di cui all’articolo 44 contiene il nome e il domicilio del dichiarante, il nome dell’autore del manoscritto o dell’opera venduta e, se conosciuto, anche il domicilio, il prezzo raggiunto nella vendita al netto dell’imposta e, ove identificabile, il genere artistico a cui appartiene l’opera (quale la pittura, la scultura, il disegno, la stampa), nonchè, qualora indicati nell’esemplare dell’opera o, comunque, a conoscenza del dichiarante, il titolo dell’opera e la data di creazione. 2. La dichiarazione di cui all’articolo 44 può essere redatta anche per via telematica secondo il modello che verrà predisposto dalla SIAE. 3. Qualora si tratti delle copie di cui all’articolo 145, comma 2, della Legge, la dichiarazione indica se l’opera abbia o meno dei segni distintivi particolari (quali il numero di stampa, la data, la firma). 4. Se l’opera è pseudonima o anonima, se ne fa menzione nella dichiarazione. In tal caso la dichiarazione contiene anche le misure dell’esemplare dell’opera, una sua succinta descrizione e ogni altro elemento necessario per la sua individuazione. La dichiarazione può, inoltre, essere accompagnata da fotografie dell’opera dichiarata o da altra documentazione atta a meglio identificarla.

Articolo 46. - 1. La SIAE, ricevuta la dichiarazione di cui all’articolo 44, ne restituisce copia al dichiarante con l’indicazione della data di ricezione. 2. La SIAE, avvalendosi anche della collaborazione dell’Ente nazionale di previdenza e assistenza per i pittori e scultori, musicisti, scrittori ed autori drammatici (ENAP), cura la tenuta di un separato elenco contenente le generalità degli autori e dei loro aventi causa ed il relativo domicilio, ove conosciuti. A tale fine, gli autori o i loro aventi causa comunicano alla SIAE le proprie generalità, il domicilio e le eventuali variazioni di quest’ultimo.

Articolo 47. - 1. Entro il primo mese di ciascun trimestre la SIAE comunica per iscritto agli aventi diritto, ove noti, o ai loro aventi causa, l’ammontare dei compensi resisi disponibili nel trimestre precedente, nonchè l’avvenuta vendita e pubblica sul proprio sito internet istituzionale l’elenco in formato elettronico delle dichiarazioni di cui all’articolo 44 e delle vendite effettuate nel trimestre precedente, con l’indicazione dell’ammontare dei compensi resisi disponibili nel medesimo periodo. 2. La SIAE pubblica, inoltre, nel proprio sito internet istituzionale l’elenco in formato elettronico degli aventi diritto che non abbiano ancora rivendicato il compenso per tutto il periodo di cui all’articolo 154, comma 2, della Legge, che decorre dalla scadenza del sessantesimo giorno dalla comunicazione di cui al comma 1, ovvero, nei casi in cui gli autori o i loro aventi causa non siano noti, dalla data di pubblicazione di cui al medesimo comma. Detto elenco è, altresì, pubblicato, con cadenza semestrale, nella Gazzetta Ufficiale.

Articolo 48. - 1. Entro sessanta giorni dalla comunicazione di cui all’articolo 47, comma 1, ovvero, nei casi in cui gli autori o i loro aventi causa non risultino noti, dalla data di pubblicazione prevista dal medesimo comma dell’articolo 47, gli interessati possono segnalare alla SIAE errori materiali od omissioni ai fini della loro correzione. Decorso il termine medesimo, la SIAE versa all’avente diritto i compensi dovuti, detratta la provvigione di cui all’articolo 154 della Legge. 2. Per gli aventi diritto che non siano cittadini italiani la SIAE potrà versare le somme dovute anche tramite le società di gestione collettiva dei relativi Paesi.».

Articolo 3. Abrogazione dell’articolo 43 del regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369

1. L’articolo 43 del regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369, è abrogato.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Roma, addi’ 29 dicembre 2007

NAPOLITANO

Prodi, Presidente del Consiglio dei Ministri Rutelli, Ministro per i beni e le attività culturali Bonino, Ministro per le politiche europee

Visto, il Guardasigilli: Mastella