Discussione:Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Informazioni sulla fonte del testo
Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)
Edizione 
"Il Canzoniere" di Francesco Petrarca
a cura di Gianfranco Contini
Edizione Einaudi, 1964
Fonte 
LiberLiber
Primo contributo di  IPork
SAL 
SAL 50% 50%.svg (19 maggio 2008)
  • Fonte: fonte indicata, ma tanto attendibile quanto inattendibile
  • Completezza: testo completo
  • Formattazione: testo non formattato
Riletto e corretto da 
OrbiliusMagister (I-XXXVIII); Kronin▄¦▀ (XLVI, L, XC, CXXVI, CXXIX, CXXVIII, CXXXVI, CCXLV, CCXXXIV, CCLXVII, CCLXXIX, CCLXXXII, CCCXV, CCCXXXIX, CCCLXVI)
Note Da rileggere (WIP Utente:OrbiliusMagister, Nick1915)
Progetto di riferimento 
letteratura


Canzone "I'vo pensando, e nel penser m'assale"[modifica]

Al v. 96, al posto di "disegno": "disdegno"

Canzone "Quel’antiquo mio dolce empio signore"[modifica]

Al v. 6, al posto di "cerco": "carco"

Sonetto xxxviii[modifica]

L’oro, e le perle, e i fior vermigli, e i bianchi,

Verso 12 = Questi fuor....": In Pagina:Le rime di M. Francesco Petrarca I.djvu/122 si trova "Questi fur fabbricati..." (errore o lectio?)