Donne e Uomini della Resistenza/Fortunato Pietro Mazzon

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Fortunato Pietro Mazzon

Nato Meolo (Venezia) il 22 maggio 1926, caduto in una imboscata nella zona di Pordenone il 5 novembre 1944, Medaglia d’argento al valor militare alla memoria.

Il Presidente della Repubblica Giovanni Leone nel 1971 ha concesso alla memoria di Fortunato Mazzon (nome di battaglia “Veneziano”), la decorazione al valore con questa motivazione: “Giovane fervente patriota, entrava tra i primi nella resistenza e partecipava alla testa di un battaglione partigiano, da lui stesso costituito, a numerose ardite azioni, sempre distinguendosi per le sue capacità organizzative e per il suo valore di combattente”. “Durante uno scontro contro superiori forze avversarie – prosegue la motivazione - non esitava ad affrontare il nemico con pochi altri arditi a breve distanza. Al sopraggiungere di rinforzi avversari, benché ferito ad un braccio, non desisteva dall’azione, infliggeva al nemico gravi perdite  assicurando così lo sganciamento dei suoi commilitoni. “Successivamente, caduto in una imboscata – conclude la motivazione del riconoscimento alla memoria di Fortunato Mazzon – immolava generosamente la vita per la libertà della Patria”.