Donne e Uomini della Resistenza/Luigi Brioschi

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Luigi Brioschi

Nato a Bresso (Milano) il 15 maggio 1922, fucilato a Fondotoce (oggi Verbania Cusio Ossola) il 20 giugno 1944.

Il suo nome e la sua fotografia compaiono, con quelli di Mandelli , Tagliabue e Bietoloni, nella lapide che, in ricordo dei Caduti per la libertà e l’indipendenza nazionale, è stata apposta su un muro dell’edificio della Cooperativa Pratocentenaro di via Moncalieri a Milano. Brioschi è stato uno dei quarantatre partigiani eliminati, con Cleonice Tomassetti , nell’eccidio di Fondotoce, perpetrato nel giugno 1944 dai nazisti.

Il giovane si era allontanato da Bresso e nel maggio del 1944 era diventato partigiano combattente nella Divisione Valdossola. Catturato dai tedeschi aveva compiuto con gli altri martiri la marcia da Intra a Fondotoce alla quale i nazisti (per dare “un esempio” alla popolazione), costrinsero i prigionieri. La salma del giovane partigiano riposa ora nel cimitero di Bresso.