E pugnar gli Elementi in aspra guerra

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Leonida Maria Spada

E Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura E pugnar gli Elementi in aspra guerra Intestazione 12 maggio 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Leonida Maria Spada


[p. 388 modifica]

II1


E pugnar gli Elementi in aspra guerra
     E i Monti urtarsi coi gran Monti, e sciolto
     Scorrer il Mar fra bianche spume involto
     Oltre il confin, ch’il circouscrive e serra;
5E in nuove membra unito, di sotterra
     Uscire il freddo cenere sepolto;
     E il Sol vedeasi in fosco manto avvolto
     Quel dì, che la gran’Ostia offriasi in terra.

[p. 389 modifica]

Quando, alto Eroe, volgendo il guardo intorno
     10Sclamasti o un Dio pur s’ange in duolo amaro
     O fa il Mondo al suo Nulla oggi ritorno;
E nel comune orror tosto spuntaro
     I raggi di tua Fede. Oh lieto giorno,
     Giorno ad altrui sì oscuro, a te sì chiaro!


Note

  1. Per S. Dionigi Areopagita, il quale dicesi, che vedendo in Eliopoli l’ecclissi per la morte di Gesù Cristo, gridasse: aut Deus Naturae patitur, aut mundi machina dissolvitur.