E quando mai con sì crudel ventura

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Lodovico Pico della Mirandola

E Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura E quando mai con sì crudel ventura Intestazione 12 maggio 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Lodovico Pico della Mirandola


[p. 288 modifica]

I


E Quando mai con sì crudel ventura
     Avrem pace mio cuor? Di doglia in doglia
     Orti gira il destino, or la tua voglia;
     Se l’un pace ti dà, l’altra la fura.
5Quall’uom ch’erto sentier fra nebbia oscura
     Tenti lento e dubbioso, ove la scioglia
     Breve raggio, allor teme, allor s’addoglia
     Che il periglio in scoprir men s’assicura.
Tal, poichè di sciagure aspro cammino
     10Tristo men corro, in più d’angoscia trarmi
     Speme incerta vid’io, che rado apparve.
E se vinco talor voglia, e destino,
     Nasce da usanza il duol ch’a tormentarmi
     Sorge nero pensier finte larve.