Ecco in Riva del Tebro, ecco è già nato

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Maria Lorenzini

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Ecco in Riva del Tebro, ecco è già nato Intestazione 7 novembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco Lorenzini


[p. 242 modifica]

IV1


Ecco in Riva del Tebro, ecco è già nato
     Lo spavento dell’Anglia, il Signor vero;
     Cingi, o Clemente, il fanciullin guerriero
     Di sucro elmo, e d’acciar pria dell’usato.
Certo è ragion, che sol di ferro ornato
     Inferocisca nel vagir primiero,

[p. 243 modifica]

     Se deve tosto per l’onor di Piero,
     E del suo sangue, uscire in campo armato.
Nè paventar, se fuor del patrio soglio
     10Ramingo ei nasce, esposto alla rovina,
     Che a lui minaccia il fier nemico orgoglio.
Così fuor della sua Regia Latina
     Romol già nacque, e seppe in Campidoglio
     Roma innalzar d’ogni città Reina.


Note

  1. Per la Nascita dell’A. R. Carlo Eduardo Principe della gran Brettagna.