Epigrammi (Rapisardi)/IV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
IV

../III ../V IncludiIntestazione 27 giugno 2011 75% Poesie

III V
[p. 337 modifica]

IV.


Canta sarchiando i lieti orti il villano,
    Che alle fatiche sue docile mira
    Rispondere la terra, e qui di miti
    Erbaggi il solco tempestivo ornarsi,
    5Là sorridente d’odorose poma
    Il frugale alberel piegar le braccia.

[p. 338 modifica]

    Ahi, non così da’ travagliosi amori
    Pronta mercede il pensator raccoglie!
    Dal generoso ventilabro ei sparge
    10Per l’ampia terra i semi; e quando alcuno.
    Spinto dall’aura in meno avara gleba,
    Rigoglioso germoglia, e una straniera
    Gente assapora l’inatteso frutto,
    Dagli anni vinto e dall’oblio, nel sordo
    15Sen della terra il pensator si giace.