Epistolario di Renato Serra/Alla madre - 31 marzo 1903

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Alla madre - 31 marzo 1903

../Alla madre - 30 gennaio 1902 ../A Luigi Ambrosini - 20 aprile 1903 IncludiIntestazione 31 luglio 2010 75% Lettere

Alla madre - 31 marzo 1903
Alla madre - 30 gennaio 1902 A Luigi Ambrosini - 20 aprile 1903

Bologna, 31 marzo 1903.

Cara mamma,

ho ricevuto or ora la tua cartolina che m’ha recato molto dispiacere; fai male a dire che io mi trovo meglio qua che non a casa, quando sai bene che non è vero, e che io non mi trovo così bene in nessun posto come a casa mia. Quanto a quello che faccio qua, io non sono avvezzo a dire una cosa per un’altra; adesso lavoro, e ho fatto più in questi pochi giorni, se bene non mi riesca d’alzarmi presto, che non in tutto il mese passato. Alla stazione non ci andai perchè la cartolina la trovai in casa alle 12 ½, e non credere che avessi dormito quando giunse la posta, perchè la padrona ha ordine di portarmela in camera. Da Lietti non ci sono stato perchè lunedì mi toccò di prestare tutto quel che avevo (16 lire) a un mio amico per il viaggio (mi sono state restituite per posta ieri) e le 5 lire che mi diede il papà han fatto comodo a me per le spese di questi giorni. Non ho altro da dirti se non che tu stia tranquilla perfettamente e interamente; che non hai proprio ragione di preoccuparti per me. A riverderci a sabato. Non verrò in bicicletta (è sempre rimasta da Ponzio1 per via della lubricità delle strade che non hanno permesso mai di montarci su per portarla a casa) perchè colla neve che è caduta e che cade sarebbe impossibile. Tanti baci a tutti e cento a te dal tuo.

Tanti saluti a Nino e auguri du buona caccia.

Note

  1. Il bar Ponzio in via Rizzoli ora scomparso.