Favole (Fedro)/Appendice delle favole di Fedro/V - L'Uomo, e gli Alberi

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Appendice delle favole di Fedro: V - L'Uomo, e gli Alberi

../IV - Il Leone, e il Sorcio IncludiIntestazione 30 dicembre 2013 100% Favole

Fedro - Favole (I secolo)
Traduzione dal latino di Giovanni Grisostomo Trombelli (1797)
Appendice delle favole di Fedro: V - L'Uomo, e gli Alberi
Appendice delle favole di Fedro - IV - Il Leone, e il Sorcio
[p. 250 modifica]

FAVOLA V.

L’Uomo, e gli Alberi.


PEre chi al suo nemico ajuto appresta.
          * Aveva un uom fatta un’accetta, e il manico,
     Per forte averlo, a gli alberi richiese.
     Essi concordi eleggon l’Olivastro.
     S’accetta il dono, e fattane la scure,
     I roveri più annosi sceglie, e atterra.
     Il Frassino a la Quercia in cotai motti
     E’ fama, che parlò: giusto è lo scempio.