Favole (Fedro)/Appendice delle favole di Fedro/IV - Il Leone, e il Sorcio

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Appendice delle favole di Fedro: IV - Il Leone, e il Sorcio

../III - La Volpe, e Giove ../V - L'Uomo, e gli Alberi IncludiIntestazione 13 novembre 2011 75% Favole

Fedro - Favole (I secolo)
Traduzione dal latino di Giovanni Grisostomo Trombelli (1797)
Appendice delle favole di Fedro: IV - Il Leone, e il Sorcio
Appendice delle favole di Fedro - III - La Volpe, e Giove Appendice delle favole di Fedro - V - L'Uomo, e gli Alberi
[p. 249 modifica]

FAVOLA IV.

Il Leone, e il Sorcio.


A Non offendere i minori insegna
     La favola. * Dormendo ne la selva
     Un Leon, mentre a lui giocan d’intorno
     I villerecci sorci, un d’essi a caso
     5Sopra gli passa, e lo risveglia: pronto
     Il Leone lo arresta: ei d’imprudenza
     Reo si confessa, ed il perdon ne chiede.
     Vede il Leon da regio onor lontana
     Cotal vendetta, e mite a lui perdona.
     10Indi a poco di notte, mentre ei preda,
     Cerca a l’intorno, ne la fossa inciampa.
     Tosto che preso si conosce
     Alza i ruggiti, al cui rimbombo orrendo
     Accorso il Sorcio, ogni timor deponi,
     15Gli dice: il mio sta col tuo dono a fronte:

[p. 250 modifica]

     E immantinente tutti e lacci, e nodi
     Ricerca, e rode, e il Leon rende al bosco.