Favole (Fedro)/Libro quinto/X - Il Cacciatore, e il Cane

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro quinto: X - Il Cacciatore, e il Cane

../IX - Il Toro, e il Vitello ../../Appendice delle favole di Fedro IncludiIntestazione 13 novembre 2011 75% Favole

Fedro - Favole (I secolo)
Traduzione dal latino di Giovanni Grisostomo Trombelli (1797)
Libro quinto: X - Il Cacciatore, e il Cane
Libro quinto - IX - Il Toro, e il Vitello Appendice delle favole di Fedro
[p. 245 modifica]

FAVOLA X.

Il Cacciatore, e il Cane.


UN Can, cui non poteo veruna fiera
     Star a fronte, al padron mai sempre accetto,
     Con l’etade il primier valor perdette.
     Un giorno dietro ad un Cignal lasciato,

[p. 246 modifica]

     5Tosto l’azzanna; ma da’rosi denti
     Fugge franca la fiera, e si rinselva.
     Irato il cacciator, lo sgrida. Il vecchio
     Sì latrando soggiugne: ti deluse
     Non l’animo, il valor: ciò che già fui,
     10Commendi, e quel ch’or più non son, condanni.
          * Perchè io ciò scriva ben, Fileto, il vedi.



Il Fine del Libro Quinto.