Favole (La Fontaine)/Libro secondo/XII - La Colomba e la Formica

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro secondo

XII - La Colomba e la Formica

../XI - Il Leone e il Topo ../XIII - L'Astrologo che casca nel pozzo IncludiIntestazione 3 ottobre 2008 75% Da definire

Jean de La Fontaine - Favole (1669)
Traduzione dal francese di Emilio De Marchi (XIX secolo)
Libro secondo

XII - La Colomba e la Formica
Libro secondo - XI - Il Leone e il Topo Libro secondo - XIII - L'Astrologo che casca nel pozzo
Chauveau - Fables de La Fontaine - 02-11.png

 
L’altro caso è di bestie più minuscole.
La Colomba bevea nell’acque limpide
d’un ruscello, quand’ecco vi precipita
una Formica. Invan cerca la misera
di trarsi fuori da quel vasto oceano,
quando, tocca da gran misericordia,
la Colomba un fil d’erba le gettò,
che fu per la Formica un promontorio.
E così la meschina si salvò.

In quel mentre di là passa uno zotico
villano a piedi nudi, che di Venere
vedendo il sacro uccel, tosto d’ucciderlo
con una sua balestra meditò.

E già la mira, e nel suo cor già sembragli
d’averla bella e cotta nella pentola.
Ma in quel momento sul tallon la piccola
avveduta Formica il morsicò.

Mentre indietro a guardar egli volgeasi,
la Colomba ebbe tempo di fuggirsene.
E la cena così fuor della pentola
col piccione nell’aria svaporò.