Favole di Esopo/Degli Abeti, e degli Spini

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Degli Abeti, e degli Spini

../Dei Tori, e del Leone ../Dell'Uccello, e de' suoi figliuoli IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Degli Abeti, e degli Spini
Dei Tori, e del Leone Dell'Uccello, e de' suoi figliuoli
[p. 201 modifica]

Degli Abeti, e degli Spini. 179.


L’Abete disprezzava gli Spini vantandosi, che era messo, nei Palazzi, e che teneva le Vele nella Nave, ed essi erano bassi, nè [p. 202 modifica]erano atti ad alcuna cosa. Essi li risposero: Tu ti glorii de’ tuoi doni, e ti ridi di noi; ma quando tu sei tagliato con l’accetta, ed a noi non è dato impedimento alcuno, allora tu vorresti essere simile a noi.

Sentenza della favola.

Moralità. In una gran fortuna vi sono più mali, che in una bassa.