Favole di Esopo/Del Pastore, ed il Lupo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Del Pastore, ed il Lupo

../Del Serpente, ed il Grancio ../Del Leone, ed il Lupo IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Del Pastore, ed il Lupo
Del Serpente, ed il Grancio Del Leone, ed il Lupo
[p. 128 modifica]

Del Pastore, ed il Lupo. 53.


Un Pastore trovato un Lupaccino, pigliollo, e lo nudrì insieme co’ Cani. Quando egli fu cresciuto se qualche volta il Lupo rubava alcuna pecora, egli lo perseguitava insieme co’ Cani. E quando i Cani nol potevano giungere, e se ne tornavano, quello il seguitava, perchè quando l’aveva giunto, egli fosse partecipe della preda, e se qualche volta il Lupo, non ammazzava la Pecora, egli [p. 129 modifica]l’ammazzava e se la mangiava co’ Cani, e questo fece infino, che il Pastore conobbe ed intese la cosa, per il che l’appiccò ad un albero.

Sentenza della favola.

Questa favola dimostra, che una trista natura non nudrisce mai buoni costumi.