Favole di Esopo/Del Rosignuolo, e dello Sparviero (2)

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Del Rosignuolo, e dello Sparviero

../Di un Vecchio, e di un Giovane ../Dell'Ape, e del Pulce IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Del Rosignuolo, e dello Sparviero
Di un Vecchio, e di un Giovane Dell'Ape, e del Pulce
[p. 263 modifica]

Del Rosignuolo, dello Sparviero. 321.


Fu preso il Rosignuolo da un Sparviero affamato il quale lo voleva mangiare. Egli disse, che gli lasciasse la vita, promettendoli un gran dono. Lo Sparviero gli disse; Che piacere mi potrai tu fare? ed il Rosignuolo disse. Canterò ogni mattina, tanto dolcemente, che ne averai gran piacere. Disse lo Sparviero: Io non mi curo di canto, perchè senza questo posso vivere, ma non senza cibo.

Sentenza della favola.

La favola dimostra, che le cose utili si devono proporre alle dilettevoli.