Favole di Esopo/Dell'Oche, e le Grue

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Dell'Oche, e le Grue

../Di un Avaro ../Della Tartaruga, e l'Aquila IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Dell'Oche, e le Grue
Di un Avaro Della Tartaruga, e l'Aquila
[p. 123 modifica]

Dell’Oche, e le Grue. 43.


L’Oche, e le Grue pascevano in un medesimo prato: Venendo i Cacciatori, le Grue, che erano leggiere, e subito fuggirono, e l’Oche per esser gravi, e corporenti, non potendo volare furono prese. [p. 124 modifica]

Sentenza della favola.

La favola significa, che quando si piglia una Città, li poveri subito fuggono è li ricchi son presi.